La Seniores non voleva chiudere il 2018 con una sconfitta

Termina con una vittoria il 2018 della seniores del Foligno Rugby, i ragazzi guidati da coach Danilo Missimei tornano vittoriosi dalla trasferta di Orvieto; 36-19 il risultato finale in un match da dividere in due volti: due terzi di gara gestiti molto bene dai falchi e, una parte finale dell’incontro da rivedere, con un netto calo fisico e tre mete concesse all’Orvieto. Un inizio di partita molto equilibrato, con la gara che resta sullo 0-0 per i primi quindici minuti di gioco, merito di un Orvieto ordinato in fase difensiva e, il Foligno, sempre con il possesso palla a favore, molto aggressivo ma allo stesso tempo poco incisivo nel marcare meta nei 22 metri avversari. L’equilibrio viene spezzato al 20’ minuto da capitan Luzzi, bravo a finalizzare l’ottimo lavoro fatto insieme all’intero pacchetto di mischia, Maule nei 22 avversari con evidente avanzamento del Foligno e meta messa a segna da Luzzi. La seconda meta folignate non si lascia attendere: dopo alcune fasi di gioco sullo stretto, il Foligno allarga il gioco sull’esterno e grazie ad uno sprint dell’insospettabile Stefano “Spencer” Fioretti, che sfrutta al meglio un 2vs1 per  raddoppiare il vantaggio, azione davvero degna di nota. Nella ripresa non cambia inizialmente il copione dell’incontro, il Foligno crea gioco e consolida maggiormente il proprio vantaggio. Prima con De Santis bravo a dare sostegno al primo centro, per poi sfruttare un varco concesso dalla difesa fino ad andare a marcare la terza meta di giornata; poi, un’altra maule vincente sui 22 avversari, questa volta a marcare la meta è Botti. Non ancora domi, nonostante il bonus già acquisito in pieno, il Foligno continua a spingere mettendo a referto altre due mete: prima arriva il bis df giornata per Davide Luzzi, poi la sesta ed ultima meta a favore con Marco Bizzarri, subentrato nella ripresa che, insieme a Pasha, Cerqueglini e Contin, ha permesso alla squadra di non calare di intensità e di mantenere un’ottima qualità di gioco. Poi arrivano i cinque minuti finali e tutte le noti dolenti di questa domenica dove il Foligno si è ben comportato; tre mete subite in rapida successione con l’unica nota lieta di questo breve periodo di gioco che resta il punteggio già consolidato precedentemente. Il  “Man of the match” è Davide Luzzi, anche se non va assolutamente sottovalutata la prestazione dell’intero gruppo.