Nevica? ” Ok vado a giocare a rugby” Una giornata di neve secondo l’under 14 del Foligno Rugby

Nel primo mese dell’anno, si parla spesso di rientro agli allenamenti dopo la sosta per le vacanze natalizie; per il Foligno Rugby c’è una squadra che fà eccezione, è l’under 14 allenata da coach Marian Neagos; i giovani falchetti hanno continuato a svolgere, regolarmente, il programma di allenamenti anche nel periodo delle feste. “ I ragazzi sono stati molto contenti di allenarsi anche nel periodo di festa, si stanno preparando a diventare degli atleti nel futuro prossimo, hanno capito che l’allenamento è necessario anche durante le festività, c’è stato un riscontro positivo sia dal punto di vista fisico sia in quello caratteriale dell’intero gruppo. Abbiamo deciso , in accordo con lo Spoleto, di disputare questo fine settimana, un allenamento/partita amichevole sfruttando gli ultimi giorni di sosta del campionato. Questo appuntamento sarà l’occasione per mettere in campo il lavoro fatto negli ultimi giorni, con allenamenti incentrati nel perfezionamento di piccoli dettagli tecnici, che permetteranno ai ragazzi di esprimere in campo un gioco migliore.” Questo il commento di coach Neagos. La seconda metà del 2018, per l’under 14 del Foligno, è stata caratterizzata da una crescita collettiva costante, un miglioramento che è andato di pari passo con i risultati ottenuti. Quali sono le aspettative per il 2019? “ Mi aspetto che la squadra mantenga il trend positivo che ha caratterizzato la prima parte della stagione; sono soddisfatto dell’atteggiamento, sempre propositivo, dei ragazzi che non si sono cullati sui primi risultati ottenuti, ma hanno sempre mantenuto la giusta determinazione per continuare il processo di crescita.” Oltre al ruolo di coach dell’under 14, continuerai nelle vesti di responsabile tecnico dell’intero settore giovanile del minirugby, quali saranno le linee guida per il 2019 dei giovani falchetti? “ L’intero minirugby ha ricominciato ad allenarsi questo martedì, l’obiettivo per il proseguo della stagione è quello di mantenere le stesse linee guida, prestando massima attenzione nell’accrescere la formazione dei vari gruppi, con l’intento di poter perseguire nuovi traguardi, sia tecnici, sia di formazione dei giovani atleti.”