Under 14, coach Neagos: “Passo falso ma siamo pronti a ripartire”

E’ stato un sabato pomeriggio difficile per l’under 14 del Foligno rugby; i ragazzi guidati da coach Marian Neagos escono sconfitti dalla sfida interna contro i pari età del Tigri, 34-21 il risultato finale. Una partita iniziata nel migliore dei modi per i falchetti, dominio territoriale e del possesso nei primi minuti, un possesso palla molto costante e fatto di diverse fasi, che ha portato al 15’ al vantaggio firmato da Salvati, meta poi trasformata da Floridi, autore di un ottimo tre su tre nei calci piazzati. La reazione del Tigri avviene nel finale di primo parziale, dove, in rapida sequenza, realizzano tre mete, andando all’intervallo con un buon vantaggio. Nella ripresa il copione del match non cambia, il Foligno fa la partita e con Angelucci, subito in avvio, accorcia le distanze, bravo il mediano di mischia folignate a trovare il buco nel muro difensivo avversario. Nonostante il punteggio ancora in discussione e la buona presa di territorio del Foligno, il Tigri riesce ad allungare definitivamente con tre mete, tutte nate da errori individuali dei padroni di casa. Nel finale Floridi mette a segno la terza meta di giornata della squadra, una meta che dimostra la volontà dei ragazzi di lottare anche in una giornata storta, il risultato finale è di 34-21 per il Tigri.

Sono deluso per la prestazione prima che per il punteggio finale, una prestazione che rispecchia l’andamento degli allenamenti settimanali dove non c’è stata una grande partecipazione. Sicuramente hanno influito anche le diverse assenze ma non possiamo prenderla come una vera scusante, si poteva fare di meglio lo stesso, l’intera squadra poteva affrontare la partita con una mentalità migliore.” Queste le prime parole a caldo di coach Neagos che trova anche degli aspetti positivi su cui ripartire.” Nel post partita i ragazzi si sono subito resi conto della cattiva prestazione e hanno riconosciuto la mancanza di mentalità nell’affrontare il match, sono convinto, che già dai primi allenamenti della settimana, l’atteggiamento sarà diverso, più propositivo con la voglia di mettersi in discussione e di lavorare sugli errori commessi nel match odierno.”