L’under 14 domina a Terni (78-7)

Una partita magistrale, quella disputata dall’under 14 in quel di Terni; i giovani falchetti, guidati da coach Marian Neagos, battono per 78-7 i pari età del Terni in un match condotto con autorità dal primo all’ultimo minuto di gioco. Un inizio subito aggressivo, imponendo un ritmo, a cui gli avversari, non hanno saputo fronteggiare; sei le mete realizzate solo nel primo parziale, con la meta dei padroni di casa, arrivata soltanto nel finale di tempo dopo cinque minuti gestiti con troppa superficialità dai falchetti; una serie di errori tecnici, a volte anche reiterati, ed una giocata troppo “leggera” nei propri cinque metri, con conseguente palla rubata e meta avversaria. Nella ripresa non cala l’intensità di gioco, il Foligno continua a spingere sfruttando i propri punti di forza, individuati sin dalle prime battute, ovvero l’ottima capacità di trasmettere il pallone ovale, giocando di squadra, fino ad arrivare spesso fino alle ali; ottimo lavoro fatto dal pacchetto di mischia, sia in situazioni di mischia ordinaria, dove hanno mantenuto sempre il vantaggio dell’introduzione e, riuscendo a rubare alcuni possessi agli avversari, sia in situazione di touche dove, anche in questo frangente, i ragazzi hanno mostrato la loro superiorità. La grande capacità, superiore alle altre questioni tecniche e tattiche, è stata quella di non demordere mai fino alla fine, non accontentandosi del margine preso già nel primo tempo, spronati anche da coach Neagos a concretizzare in pieno la superiorità mostrata in campo. Unica tegola, in una giornata pienamente positiva, è l’infortunio occorso al pilone Tacchilei che, con un coraggio da leone, ha affrontato l’intera partita con grande grinta, per poi accorgersi nel post partita di essersi infortunato ed, ora, di dover restare fuori di campi per un po’ di tempo. A lui vanno i migliori auguri di una pronta guarigione.

Soddisfatto per la prestazione dei suoi, coach Neagos:” Abbiamo disputato un’ottima partita, una prestazione che dà continuità confermando il buon periodo che stiamo vivendo, il nostro metodo di gioco risulta di partita in partita sempre più organizzato e preciso. La squadra sta mantenendo le promesse fatte, il calo del finale di primo tempo è dovuto ad alcuni errori di superficialità, non possiamo permetterci cali di intensità, per questo dovremmo continuare a lavorare sodo in allenamento per correggere gli errori che ancora commettiamo. “