Grande esperienza per l’under 14 a Treviso

Un fine settimana davvero pieno per l’under 14, i ragazzi guidati da coach Marian Neagos, grazie all’impegno della società biancoazzurra hanno potuto vivere un intero weekend nella culla del rugby italiano, Treviso. I giovani falchetti hanno partecipato al torneo “Città di Treviso”, classico appuntamento primaverile del panorama italiano riservato ai giovanissimi rugbisti. La selezione under 14 del Foligno è partita per Treviso il venerdi’ nel primo pomeriggio, per giungere a destinazione la sera stessa. Al sabato mattina, sveglia presto al mattino, per preparare al meglio una lunga giornata di rugby, con ben cinque incontri da dover disputare, tre sconfitte e due vittorie, questo l’esito della prima giornata di rugby a Treviso, una vittoria netta contro Orsi, una di misura contro gli Sparvieri, due sconfitte “onorevoli” contro Camposampiero e Paese e, una non prestazione contro il Verona. Dopo il tour de force mattutino, per i falchetti, nel pomeriggio, c’è stata l’occasione per rilassarsi un po’ e approfittare del bel tempo per il primo tuffo in mare dell’anno. Poi alla sera, a letto presto per ricaricare le pile in vista del rientro in campo la domenica mattina. Una domenica dove ad affrontare il Foligno ci sono due squadre di assoluto livello; i ragazzi si impegnano al massimo, con caparbietà tentano di difendere al meglio, ma la forza, la maggiore esperienza a giocare a certi livelli degli avversari, non lascia scampo ai giovani falchetti. Si conclude con due sconfitte alla domenica, il torneo dell’under 14, un’esperienza formativa che è servita ai ragazzi per confrontarsi con realtà rugbistiche davvero blasonate.

Risultati del sabato:

Paese vs Foligno rugby 12-0

Verona vs Foligno rugby 28-0

Camposampiero vs Foligno rugby 19-0

Orsi vs Foligno rugby 0-21

Sparvieri rugby vs Foligno rugby 0-5

Risultati della domenica:

Fassinelle vs Foligno 7-0

Elephant Gossolengo vs Foligno 7-0

“ I ragazzi hanno dato il massimo, nonostante avevamo alcuni infortunati dal torneo di Jesi, siamo riusciti a giocare un rugby solido ed efficace, unica pecca dei due giorni, è stato il match contro il Verona, dove mentalmente non siamo scesi in campo, troppo remissivi sin dal fischio d’inizio. “ Queste le prime parole di coach  Marian Neagos appena tornato a Foligno dalla trasferta. “ Siamo capitati in un girone dove il livello era molto alto, i ragazzi hanno mantenuto per tutto il tempo, un atteggiamento impeccabile, rimanendo sempre concentrati come dei veri sportivi. Abbiamo capito la differenza che c’è tra il rugby che siamo abituati a giocare a livello regionale e il massimo livello giovanile nazionale; sappiamo di poter e dover crescere, lavorando con serietà e lungimiranza possiamo raggiungere quei livelli. Lo scorso anno ci siamo presentati a Treviso con una squadra mista, avevamo avuto delle difficoltà a giocare a quei livelli; già presentarci con una nostra squadra al completo quest’anno, è un ottimo segnale per il lavoro che sta svolgendo la società, abbiamo migliorato il piazzamento in classifica generale e abbiamo potuto giocare il nostro rugby contro tutti. L’esperienza di Treviso è stata sicuramente formativa, visto l’impegno profuso dai ragazzi, hanno vissuto i due giorni al 100%, cercando di sfruttare ogni istante di questa esperienza. Va fatto un ringraziamento sentito ai dirgenti accompagnatori Roberto Eli, Claudio Mariotti e Pietro Salvati per la disponibilità e l’impegno , ad Anna Chiara Papa per aver contribuito sensibilmente nell’organizzazione della trasferta; un plauso ai ragazzi per la disciplina che gli sta permettendo di crescere moltissimo sotto l’aspetto tecnico ed umano. Un ringraziamento alla società per gli sforzi fatti, quest’anno abhiamo disputato diversi tornei fuori regioni con le diverse annate, dopo aver ottenuto ottimi risultati a livello regionale, abbiamo capito di dover confrontarci anche con altre realtà, anche di livello superiore, per apprendere e crescere insieme ai ragazzi.”