Under 14 in forma smagliante, dimostra tutto il suo valore al Torneo Città di Perugia

I falchetti guidati dal coach Marian Neagos, ritornano a casa con un meritatissimo secondo posto su diciotto squadre iscritte all’ “11° Torneo Città di Perugia”. Nel primo match i biancoazzurri scendono in campo contro la Partenope Napoli; le due squadre disputano un match di altissimo livello, dove i falchetti sono bravissimi a cogliere un errore difensivo, mandando in meta l’estremo Cudia. Non si è fatta attendere la risposta degli avversari che, approfittando di un placcaggio mancato, si portano in pareggio. Il match si mantiene in equilibrio per tutta la sua durata e termina con un democratico pareggio 1-1 (meta di Cudia). Nella seconda partita i falchetti    affrontano il Dosson Rugby, compagine di La Sicilia (TV), disputando un ottimo incontro e mantenendo il possesso del pallone, vincono l’incontro con il risultato di 2-1 (mete di Eli). Per il numero di mete fatte, il Foligno si classifica al primo posto del minigirone da tre. Nella seconda fase di qualificazione, per il primo match il Foligno si schiera contro gli Etruschi Livorno, mettendo in campo una squadra con tanta voglia di arrivare alla fase finale, conducendo una gara caratterizzata da tanta grinta e  che termina con il risultato di 2-1 per i nostri ragazzi (mete di Cudia ed Eli). Nemmeno i ragazzi delle Tigri Umbria riescono a fermare la voglia dei Falchetti di arrivare in finale e devono cedere la vittoria del secondo match dominato dai biancoazzurri che termina con il risultato di 4-1 (mete di Mariotti 2; Cudia ed Eli). Con questa bellissima vittoria, il Foligno Rugby si guadagna l’accesso alla finale per il primo e secondo posto del torneo contro il Frascati. I falchetti scendono in campo un po’ intimoriti da questa nuova esperienza, perché fino ad ora nemmeno i più veterani avevano mai disputato una finale in un torneo di così alto livello. Nel primo tempo, i biancoazzurri sono costretti a subire l’attacco e l’esperienza della compagine laziale, subendo due mete trasformate; nel secondo tempo i falchetti risollevano la testa e prendono più confidenza. Iniziano così  a sviluppare un rugby di buon livello, mantenendo il possesso del pallone e  portandosi diverse volte nella metà campo avversaria, riuscendo così  a segnare una meta. Tutto ciò però non basta e la partita termina con il risultato di 14-7 per il Frascati (meta di Eli; trasformazione di Floridi).

“Sono immensamente soddisfatto della mia squadra per il risultato di oggi”. Queste le prime parole del coach Marian Neagos al termine del torneo. “Oggi i ragazzi hanno dimostrato tutto il loro valore, disputando una gara in maniera quasi impeccabile; le parole non bastano per descrivere l’emozione nel vederli giocare in questo modo, soprattutto per  la grinta che hanno messo per ottenere un risultato del genere. L’obiettivo per i ragazzi era chiaro fin da subito… volevano arrivare alla finale, per dimostrare a tutti,  in primis a loro stessi,  il loro valore. L’impegno e la concentrazione sono stati al massimo per tutta la durata del torneo da parte di tutti. Arrivare secondi non è affatto una sconfitta, ma un punto di partenza, convinto del fatto che dopo un’esperienza del genere sarà ancora migliore il lavoro per costruire il futuro dell’intera squadra. I complimenti sono doverosi nei confronti di tutti, perché ogni ragazzo sceso in campo ha dato il massimo di se stesso. Ha superando limiti e debolezze,  per consentire all’intera squadra l’ottenimento di un risultato così grande, che per un gruppo che sta dimostrando tantissima voglia di crescere e di migliorare, è sinonimo di maturità e voglia di impegnarsi e  fare bene. Un ringraziamento particolare va anche agli amici dello Spoleto Rugby che sono scesi in campo insieme a noi”.